Attività anno scolastico 2018/2019

I Pipistrelli suonatori!

Sabato 12 gennaio 2019 i Pipistrelli della classe 5^ si sono cimentati nel saggio - concerto di fine progetto con la Banda dei Donatori di sangue.


Grazie ai maestri della scuola di musica hanno dato musicalità ad una storia ambientata nella giungla: elefanti, uccellini, alci e un piccolo toporagno hanno raccontato la loro storia.



10 dicembre 2018 - 70 anni di Diritti

In occasione del 70° anniversario della proclamazione della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo,
i bambini della scuola hanno voluto incontrarsi con la persona che rappresenta le autorità nel paese, il sindaco, per condividere un momento di riflessione su questo importante tema.
La classe seconda ha incontrato il sindaco nei locali del Municipio mentre le classi terza, quarta e quinta lo hanno ospitato a scuola.


I ragazzi della classe quinta hanno presentato il lavoro di lettura e riflessione sul documento.

La scrittura di questa Carta è stata resa necessaria da degli eventi storici che hanno visto precipitare l'Umanità nella sua epoca più terribile ed il dovere di riconoscere dei diritti alle persone semplicemente in quanto esseri umani.

Siamo all’indomani della fine della seconda Guerra Mondiale e l’uomo deve confrontarsi con eventi orribili che sono successi:

  • due guerre mondiali

  • 20 anni di dittature (il nazismo ed il fascismo)

  • campi di concentramento

  • deportazioni

  • arresti ingiusti e torture

  • milioni di morti

  • due bombe atomiche

  • distruzione delle città e del territorio

  • devastazione dei campi e delle zone produttive

  • famiglie distrutte e miseria

La Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo è composta da un Prologo e da 30 articoli che noi abbiamo provato a leggere e capire.

Dopo averli analizzati, abbiamo scelto alcune parole chiave che indicano alcuni dei diritti fondamentali riconosciuti a “tutti i membri della famiglia umana, uguali ed inalienabili, fondamento di libertà, giustizia e pace nel mondo”.



Maryen: Io sono un essere umano quindi ho gli stessi diritti di tutti gli uomini (Art. 1)

Riccardo: Io sono un essere umano quindi ho il diritto di essere libero (Art. 1)

Francesco: io sono un essere umano e ho diritto a non essere schiavo (Art. 4)

Marco: Io sono un essere umano quindi non posso essere arrestato senza motivo (Art. 9)

Sebastiano: Io sono un essere umano quindi ho diritto a viaggiare senza problemi (Art. 13)

Francesca: Io sono un essere umano, quindi ho diritto ad avere un luogo dove vivere. (Art. 17)


Samuele M. : : Io sono un essere umano quindi ho diritto di libertà di pensiero, coscienza e religione (Art. 18)

Samuele P.: Io sono un essere umano quindi nessuno può obbligarmi a far parte di un’associazione (Art. 20)

Luca: Io sono un essere umano quindi ho diritto ad essere sicuro (Art. 22)

Matilda: Io sono un essere umano quindi ho il diritto di andare a scuola (Art. 26)



I ragazzi della classe quarta invece hanno portato il loro lavoro sulla Carta dei Diritti dei Fanciulli di cui ricorreva l'anniversario della promulgazione lo scorso 20 novembre e si può considerare "figlia" della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo.
La lettura di storie che narrano la vita di bambini che non godono degli stessi diritti che per noi sono lo quotidianità, ci ha fatto riflettere sull'importanza di non dare mai nulla per scontato: l'abbraccio di una madre sempre al nostro fianco, andare a scuola e non a lavorare, avere una vita dignitosa, sono ancora per troppi bambini un'utopia come ce lo raccontano le storie di tre bambini che provengono da realtà diverse dalla nostra: Florentin bambino dalla Romania protagonista del libro 'Portami con te'; Ramesh bimbo indiano di 'Il pozzo dei dalit'; Malaka, bimba siriana che racconta la sua vita da profuga.

Con questa poesia, si è concluso l'intervento dei ragazzi di quarta:

Ti auguro di vivere

Ti auguro di vivere
senza lasciarti comprare dal denaro.
Ti auguro di vivere
senza marca, senza etichetta,
senza distinzione,
senza altro nome
che quello di uomo.
Ti auguro di vivere
senza rendere nesuno tua vittima.
Ti auguro di vivere
senza sospettare o condannare
nemmeno a fior di labbra.
Ti auguro di vivere in un mondo
dove ognuno abbia il diritto
di diventare tuo fratello
e farsi tuo prossimo.

Jean Debruynne


Il sindaco ha ricordato che in molti luoghi del Mondo questi diritti non vengono rispettati e che ognuno di noi deve lavorare affinchè non rimangano "una voce nel deserto".
C'è ancora tanto da fare e spetta ad ognuno di noi fare in modo che ogni essere umano possa essere libero e con uguali diritti semplicemente perché è nato.




Arriva San Nicolò!

Una mattinata, normale come, tante altre, ma poi ... una renna speciale, con corna dotate di campanellini, ha annunciato l'arrivo di un ospite speciale: San Nicolò e le sue Renne Assistenti! 


Emozionante come sempre l'arrivo di San Nicolò che anche quest'anno ha portato un sacco di doni, giocattoli, dolcetti e materiale didattico e tante emozioni!


Grazie a tutti!!



4 dicembre 2018

Illuminando il Natale - Canzoni sotto l'albero

L'ormai tradizionale appuntamento per accendere l'albero di Natale è ogni anno più speciale.


I nostri alunni sono stati protagonisti assieme ai bimbi della scuola dell'Infanzia in un concertino natalizio grazie alla direzione del maestro Roberto.



Un grazie a tutti gli organizzatori che hanno reso speciale questa serata, ai ragazzi che hanno suonato dolci melodie, all'Amministrazione Comunale.
Grazie a tutti.









Tutti pronti al conto alla rovescia!




Cominciamo dal 2018!!!?





NOOOO!




Meglio dal 18 allora!




18, 17, 16, ....








.... 3, 2, 1.....

We Wish You a Merry Christmas!

Illuminiamo_Natale2018.mp4



Comments