Archivio attività 2016/17

Mercoledì 7 giugno  - Spettacolo di fine anno



Alle ore 21.00  bambini, le insegnanti e la maestra di musica Caterina, aspettano genitori ed autorità ad assistere al consueto spettacolo di fine anno presso il parco feste di Villesse.


Mercoledì 31 maggio 2017 - Consegna delle Costituzioni

Alle ore 11.30 i ragazzi della classe quinta sono stati accolti dal Sindaco e dai rappresentanti della locale sezione A.N.P.I. per ricevere la Costituzione (edizione per bambini) in occasione della celebrazione della Festa della Repubblica.



Mercoledì 10 maggio 2017 - Uscita didattica a Bordano

Tutta la scuola Primaria ha partecipato ad un'uscita didattica improntata a scoprire le bellezze naturali ed artistiche della piccola località di Bordano.






Bordano è famosa per le sue farfalle fin dall'800, ma ha avuto un forte rilancio dopo i tristi eventi del maggio del 1976 e la ricostruzione post terremoto, grazie all'idea di riempiere anche le case del paese di farfalle con dei bellissimi murales.







Per i bambini è stato possibile esplorare il territorio dei dintorni facendo tappa al Lago dei Tre Comuni, alla frazione di Interneppo, al monte San Simeone e a Bordano stessa.

Lago di Cavazzo chiamato anche Lago dei tre comuni

Passeggiata sul Monte San Simeone epicentro del terremoto del '76, ma famoso anche per la presenza di molte specie di farfalle

Emozionante la visita alle serre della C
asa delle farfalle, con la possibilità di osservare da vicino questi splendidi insetti, ma anche di avvicinarsi ad altri artropodi e a superare la paura di questi piccoli animaletti.



Visita al sito paleontologico del Villaggio del Pescatore

Dopo aver visto lo scheletro fossile originale al museo di storia naturale di Trieste, i bambini della classe terza hanno visitato il sito del ritrovamento.

Grazie alla disponibilità delle famiglie, hanno passato una domenica all'insegna della paleontologia.
Il fossile del Tethyshadros insularis, chiamato simpaticamente Antonio, è un fossile straordinario in quanto rappresenta l’unico fossile di vero dinosauro rinvenuto sul territorio italiano (Ciro, rinvenuto nel 1981 a Benevento in Campania, è in realtà un rettile preistorico).  Inoltre il ritrovamente è particolarmente importante perchè lo scheletro è pressochè completo e ritrovato (a testa in giù!) in perfetto assetto anatomico.


Antonio era probabilmente un adrosauro nano, aveva infatti dimensioni ridotte in quanto viveva su quella che milioni di anni fa era un'isola mentre oggi è una falesia (cioè una costa rocciosa a picco sul mare) del Carso Triestino.
Il sito cela nelle sue rocce altre sorprese: lo scheletro di Bruno, un secondo adrosauro, ma anche resti di pterosauri, coccodrilli, tartarughe....
Speriamo che al più presto possano essere riportati alla luce questi altri importantissimi reperti.






10 gennaio 2017: Campionati europei under 22 di basket in carrozzina



Un pomeriggio speciale per i ragazzi della nostra classe terza che si sono recati a Lignano per assistere alla partita Italia vs Olanda del campionato europeo  under 22 di basket in carrozzina.
La partita ha avuto un finale al cardiopalma, con la vittoria della nostra nazionale che è riuscita ad avere la meglio con 54 punti contro i 52 della nazionale olandese negli ultimi 7 secondi di partita!
Congratulazione ai nostri ragazzi e in bocca al lupo per le prossime partite!

Forza Azzurrini!



Aspettando il Natale 2016 - Canzoni sotto l'albero






Mamma Natale in visita da noi


Giovedì 17 novembre: appuntamento con Mamma Natale!
L'associazione Udine Aiuta, ha dato un passaggio a Mamma Natale ed alla sua assistente per venire a prendere i giochi che i nostri alunni hanno deciso di regalare ai bambini che hanno perso tutto nel terremoto del 24 agosto.
Un grande grazie alla generosità dei nostri alunni e al lavoro dei volontari dell'associazione.







Unlibrolungoungiorno


28 ottobre 2016: anche quest'anno l'incursione letteraria è stata accolta con entusiasmo dai nostri piccoli lettori ed ascoltatori. Grazie alla nostra "LETTRICE", la signora Mara, ci siamo immersi nelle letture da brivido .... ma non troppo!
Tutte le maestre vi invitano a continuare la maratona di lettura di UNLIBROLUNGOUNGIORNO!!!!!
Buona lettura!




Lucciolata


Come ormai da tradizione consolidata, i bambini e ragazzi della nostra scuola hanno partecipato alla Lucciolata per "La via di Natale" di Aviano. Anche quest'anno tutti hanno collaborato per portare un po' di colore nella vita delle persone ricoverate con dei piccoli, ma grandi doni che verranno consegnati in occasione della Lucciolata.



Puliamo il Mondo 2016

22 ottobre 2016: più della metà dei bambini della nostra scuola hanno aderito all'iniziativa Puliamo il Mondo 2016, in collaborazione con Legambiente, Amministrazione Comunale e Alleanza Coop 3.0.
Gli entusiasti "Amici della Natura" hanno ripulito le vie del Paese di Villesse, ma il lavoro è stato veramente poco perchè il Paese è pulitissimo!!!!!
Bravi i ragazzi della scuola e bravi ai cittadini di Villesse!



Campioni nella Memoria


"Campioni nella Memoria" mercoledì 21 settembre alle ore 16.30 presso Palazzo Ghersiach di Villesse è stata inaugurata la mostra "Campioni nella Memoria" curata dalla professoressa Barbara Trevisan (insegnante presso la scuola secondaria di
1° grado di Scandicci - FI-, ma nata a Redipuglia), in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Villesse.
I ragazzi della classe 4^ della scuola Primaria "G. Mazzini" hanno vestito i panni di atleti
che hanno gareggiato durante un periodo molto buio della nostra storia: tra il 1920 ed il 1945.

La seconda guerra mondiale fu una delle tragedie umani peggiori della nostra storia che causò la morte di quasi 60 milioni di persone e la deportazione nei campi di sterminio di persone ammalate, zingari, ebrei, slavi e oppositori politici.
Questo destino toccò anche agli atleti a causa delle loro origini (sinti, ebrei, slavi) o delle loro idee politiche di opposizione ai regimi fascista e nazista.
Questa mostra racconta le tragiche vicende di atleti che spesso hanno pagato con il prezzo più

alto, la loro stessa vita, la volontà di non piegarsi alla follia dei regimi totalitari ed hanno testimoniato nella loro carriera sportiva il desiderio di impegnarsi per vincere la gara più importante: quella per la Libertà e la dignità umana.
Come disse Mario “Rino” Pagotto sopravvissuto alla deportazione nei campi di concentramento: “… l’uomo era diventato cosa agli occhi degli uomini. Noi nei lager ogni giorno ci giocavamo la vita”.
Ascolare queste storie narrate dalle voci dei bambini è stato emozionante ed ha rappresentato per loro un percorso di riflessione e crescita affinchè possano diventare adulti più consapevoli e "cittadini del mondo".


Comments