Archivio 2013/ 2014 Scuola Primaria di Mariano

Via Roma n° 7

CAP 34070 Città Mariano del Friuli (Go)

Tel.; 0481 69202





Anno scolastico 2013/2014

La scuola primaria Alessandro Manzoni di Mariano del Friuli collaborerà con il Centro Studi Carmelo Pittera a un progetto che mira a introdurre la giusta dimensione del movimento nell’ambito della didattica curricolare. Le attività si svolgeranno nell’arco di quattro settimane fra aprile e maggio, in tutte e cinque le classi della scuola elementare.

L’obiettivo è quello di introdurre la proposta educativa che le insegnanti avranno modo di sperimentare nell’attuale panorama scolastico per sollecitare un’adeguata attività motorio-cognitiva fra i bambini, cercando di recepire le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (che prevedono, per i bambini e gli adolescenti dai 5 ai 17 anni, lo svolgimento di almeno 60 minuti di attività fisica aerobica ogni giorno) e le stesse linee guida dei Programmi Ministeriali.  A tale scopo il professor Pittera ha elaborato un opuscolo da distribuire nelle scuole e che in queste settimane potrà essere testato dalle maestre marianesi. Questo vuole essere uno strumento che faciliti un corretto approccio alla psico-motricità, aspetto fondamentale e quanto mai attuale dell’educazione dell’infanzia.

Oggi molti bambini presentano problemi di equilibrio, obesità, postura, manualità, nonché di apprendimento. Queste problematiche si presentano soprattutto nei paesi più industrializzati, dove la diminuzione degli spazi liberi e della libertà e spontaneità dei giochi verificatesi negli ultimi decenni si sono rivelate causa di una drastica riduzione del movimento in generale. Ciò ha influito negativamente soprattutto sulle fasce d’età che comprendono bambini e adolescenti. Proprio durante questo lasso di tempo, che comprende il periodo di crescita fisica e psichica più complesso e importante, devono essere strutturati i presupposti cognitivi correlati al movimento che, oltre a essere utili per gli apprendimenti curriculari, sono sicuramente trasferibili nella vita quotidiana di relazione dei bambini.

Diversi studi hanno ormai stabilito con certezza il forte legame che intercorre fra il motorio e il cognitivo. Le esercitazioni e i giochi proposti ai bambini perciò non solo mirano a superare i problemi di sedentarietà e l’insofferenza che ne deriva, ma anche i probabilmente conseguenti problemi di disattenzione che vanno attribuiti alle necessità di moto del bambino.

Le attività, già in parte proposte in diverse scuole a Torino con l’avvallo della Federazione piemontese, ora arrivano in Friuli grazie alla collaborazione del preside Paolo Buzzulini e delle insegnanti.

 




Orario definitivo a partire da lunedì 16 settembre
Da lunedì a venerdì: dalle ore 8.15 alle ore 16.15 con servizio mensa




Ċ
Eva Lenardon,
02 set 2014, 05:18
Comments