Presentazione Scuola dell'Infanzia di Medea

La scuola dell’infanzia di Medea è in centro al paese, nelle vicinanze del comune, dell’area verde e della scuola primaria.

Gli spazi interni ed esterni sono organizzati in funzione del bambino e dei suoi bisogni di relazione, movimento, apprendimento.

L’edificio scolastico presenta

  • un ampio giardino attrezzato per i giochi all’aperto,
  • due entrate (una principale e una posteriore),
  • un ingresso,
  • una sala adibita a spogliatoio,
  • una zona bagni e lavandini per i bambini,
  • un salone molto ampio per tutte le attività di routine e insieme,
  • due aule,
  • una sala mensa,
  • una cucina con ripostiglio,
  • una stanza adibita a ufficio,
  • un bagno per il personale della scuola,
  • un ripostiglio per il materiale didattico,
  • un cucinino per il personale ATA.

 

Le priorità della nostra scuola sono: 

  • fare della scuola un luogo significativo che tenga conto della centralità del bambino; 
  • dialogare e collaborare con le famiglie e le istituzioni;
  • realizzare un progetto educativo nelle diverse dimensioni: sensoriali, corporea, espressiva, intellettuale, psicologica, etica e sociale.

Il nostro stile educativo è fondato sull’osservazione e sull’ascolto, sulla progettualità elaborata collegialmente, sull’intervento indiretto e di regia.

Le attività didattiche vengono organizzate con modalità diverse, allo scopo di rendere più efficace il progetto educativo, in considerazione dell’età, dei diversi ritmi, tempi e stili di apprendimento dei bambini e dei contenuti che si vogliono trasmettere.

Ogni insegnante segue in modo specifico un gruppo di età:

  • un’insegnante per i bambini di 5 anni,
  • un’insegnante per i bambini di 4 anni
  • due insegnanti per il gruppo dei bambini di 3 anni che richiedono spesso maggiori attenzioni essendo anche i nuovi inseriti nel “mondo scuola”.

Stabilito l’argomento generale della programmazione annuale, le insegnanti svilupperanno argomenti e percorsi diversi per raggiungere i traguardi di sviluppo dettati dalle indicazioni nazionali e gli obiettivi formativi e didattici individuati in fase di programmazione.

La flessibilità organizzativa e didattica così realizzata consente di rispondere in modo puntuale ai bisogni educativi di ogni bambino, con attenzione particolare alle necessità specifiche dei bambini in situazione di disabilità e, in generale, di tutti i bambini in difficoltà.

 

La scuola dell’infanzia funziona dalle ore 7.45 alle ore 15.45 e prevede una scansione temporale “tipo”, che è comunque flessibile alle esigenze dei bambini e delle attività programmate:

·      7.45 – 8.30 entrata

·      8.30 – 9.00 gioco libero

·      9.00 – 9.30 circle time

·      9.30 – 9.45 routine

·      9.45 – 10.00 merenda

·      10.00 – 11.45 attività didattica per gruppi d’età

·      11.45 – 12.00 routine

·      12.00 – 12.45 pranzo

·      12.45 – 12.55 preparazione alI’uscita

·      12.55 – 13.00 uscita intermedia

·      13.00 – 15.15 attività didattica pomeridiana

·      15.15 – 15.30 routine e preparazione uscita

·      15.30 – 15.45 uscita

 

Le normali attività curricolari, inoltre, vengono arricchite e ampliate con uscite e visite didattiche, autorizzate dai genitori e concordate con gli Enti locali e gli OO.CC. dell’Istituto Comprensivo, finalizzate alla scoperta e alla conoscenza dell’ambiente in cui si vive; possono essere in ambito comunale che in ambito provinciale.

 

La nostra scuola è fortemente inserita nel territorio in cui si trova pertanto partecipa a diverse iniziative organizzate dagli enti locali, quali:

·         festa della “Vilie dai Sants” di Chiopris-Viscone,

·         addobbo dell’albero di Natale in piazza a Medea,

·         festa degli alberi e d’Europa,

·         festa degli “spaventapasseri”.

All’interno della scuola sono organizzati alcuni momenti di incontro con la comunità e le famiglie:

  • festa dei nonni
  • castagnata
  • arrivo di San Nicolò,
  • “Canzoni sotto l’albero”
  • festa di Natale,
  • festa di Carnevale,
  • giornata in fiore
  • festa di fine anno.

 

Nel corso dell’a.s. 2017-2018 alla programmazione saranno affiancate delle educazioni trasversali che incrementano il piano della offerta formativa e favoriscono il raggiungimento degli obiettivi generali di apprendimento in maniera alternativa:

  • progetto inglese
  • progetto lingua friulana
  • percorso motricità, con la collaborazione di UISP e di un esperto esterno
  • percorso educazione stradale, con l'intervento della Polizia Municipale
  • percorso sicurezza, con l'intervento della Protezione Civile
  • percorso alternativa alla IRC.
  • percorso letture animate
  • percorso continuità
  • percorso teatro, con  l’intervento di alcuni esperti del CTA di Gorizia per realizzare laboratori specifici, la possibilità di fruire di spettacoli teatrali, sia in teatro che a scuola.
Ċ
Eva Lenardon,
3 gen 2018, 02:37
Comments